I 5 step per ideare un’efficace strategia di mobile marketing

By Esc Team - 6 marzo 2020

strategia-mobile-marketing

 

Il formato mobile oggi è il centro della comunicazione digitale: basti pensare che Google penalizza il tuo sito se non è ottimizzato per questo formato e le campagne Facebook hanno un costo più basso (e sono più efficaci) se visualizzate da cellulare piuttosto che da desktop.

I dati dimostrano che oltre la metà della popolazione mondiale accede a Internet tramite smartphone: ciò significa che quasi certamente i tuoi potenziali clienti ti cercheranno sulla rete del loro telefonino. 

Alla fine di questo articolo avrai tutti gli strumenti necessari per raggiungere il successo con il tuo sito e convertire sempre più utenti in clienti, tramite un efficace flusso di lead generation pensato per il mobile, che porterà i visitatori del tuo sito a rilasciare i loro dati e a renderli clienti. Iniziamo!

 

1. Crea un’offerta irresistibile

La prima (e forse più critica) parte nel generare dei lead tramite mobile marketing consiste nel creare un’offerta allettante, capace di ingaggiare i potenziali contatti e che li incoraggi a registrarsi lasciando i propri dati. 
Quando raccontiamo quello che offriamo, dobbiamo essere rapidi ma esaustivi. La brevità diventa particolarmente importante nel mobile marketing, dove gli utenti sono interessati ad avere il maggior numero di informazioni nel minor tempo possibile e senza sforzi.
Il download gratuito di un contenuto è l’esca principale per far sì che gli utenti compilino un modulo e fare così lead generation. Ma ci sono altri format che possiamo intraprendere: un esempio efficace, ce lo fornisce la “30 Day List-Building Challenge”, che usa la sfida come offerta irresistibile. Il concetto di “competizione” è altamente ingaggiante, solletica l’interesse di chi legge e porta gli utenti a iscriversi rilasciando i propri contatti.

Schermata 2020-02-26 alle 12.15.28

 

2. Coinvolgi i lettori con una headline magnetica e testi che incuriosiscono


La tua headline deve mostrare ai lettori i benefit principali del tuo prodotto nel minor numero di parole possibili: se la premessa dell’offerta non si esaurisce in 5-20 parole, occorre affinarla. Per un impatto maggiore, valuta di enfatizzare alcune parole chiave, fin da questo step.  

Mailchimp ad esempio utilizza una headline semplice ed ingaggiante, che esalta i benefici della piattaforma (“Pronto, partenza, cresci”)  senza essere esagerato o fuorviante.
 
Testare più headline e verificare quale sia la più efficace è una buona strategia da mettere in pratica. Anche chiedere opinioni a parenti o amici che non siano direttamente coinvolti nella tua attività è un buon metro di giudizio.

Una volta creata la tua headline accattivante, è tempo di passare ai contenuti che porteranno gli utenti alla compilazione del modulo.
Il copy che segue la headline deve mantenere le promesse che questa offre. Con sottotitoli, brevi paragrafi o elenchi puntati, devi elaborare gli altri benefici della tua offerta, quelli che non hai potuto esplicitare nella headline.

Per scrivere copy che convertano sul tuo sito, soprattutto per il mobile, devi andare a toccare le principali paure, frustrazioni, pain e obiettivi della tua audience. Usa un tono che sia a loro familiare per esporre il problema ed elenca cosa può fare la tua offerta per risolverlo. Parti dal problema e arriva alla soluzione: è la formula migliore per convertire i lead.

Schermata 2020-02-26 alle 12.48.26

 

3. Permetti ai clienti di contattarti facilmente


È sempre bene includere la headline e la call to action (chiamata all’azione dell'utente) nella parte alta della tua pagina di lead generation. Questo perché devi ottimizzare il poco spazio che lo schermo del telefonino ti concede: e poiché la headline, il testo e la call to action raccontano la stessa storia, è bene che siano visivamente uniti e vicini.
Una ricerca compiuta da Google e IPOS ha mostrato che quando gli utenti non hanno un contatto diretto reperibile con l’azienda, c’è il 47% di probabilità in più che ricerchino i loro bisogni altrove. 
La maggior parte delle aziende risolve il problema scrivendo il numero di telefono in fondo alla pagina del sito o nella sezione contatti, ma ci sono modi più creativi, soprattutto nel formato mobile. Si può ad esempio creare un bottone dinamico che faccia partire la telefonata in pochi passaggi.

Per massimizzare le conversioni da mobile è sufficiente aggiungere un semplice bottone collegato alla chiamata al tuo numero: ricordati di utilizzare i colori per catturare l’attenzione di chi legge.
Non solo il colore, anche i contrasti aiutano ad attirare l’occhio di chi legge. Se hai colori tenui sullo sfondo, utilizza un colore forte per il bottone, sfruttando i grassetti. Sperimenta diverse combinazioni, non solo nei bottoni ma anche nei form di contatto, per invogliare gli utenti a compilarlo.
Webdam ad esempio, fa un ottimo lavoro con le sue call to action che si distinguono nettamente dallo sfondo.
Ma non è finita qui. Per creare un funnel di successo che porti a ottenere un lead, occorre disegnare il resto del flusso. A partire dalla pagina di ringraziamento.

 

4. Thank You Page


Una volta che l’utente si è registrato, il lavoro non è finito. Hai uno strumento per iniziare, fin dal primo istante, la fidelizzazione del nuovo utente e per approfondire la relazione con lui: la pagina di ringraziamento, meglio conosciuta come thank you page.
Quando vai a strutturare questa pagina, ricorda che devi invitare l’utente a fidarsi di te: non chiedergli quindi di seguirti sui social, ma fornisci ulteriori motivi per fargli capire che ha bisogno di te, mostra un interesse sincero nei suoi bisogni.
E ricorda: se un utente è stato colpito dalla tua offerta, ti ha seguito nel flusso di lead generation che hai creato e perfino sui social, allora devi assolutamente proseguire la relazione e fare leve sul suo interesse nei tuoi confronti, creando ulteriori flussi di comunicazione ad hoc. 

newsletter2

 

5. Testa e ottimizza


Ultima, ma non meno importante, è la fase di test.
Per creare un flusso che sia davvero efficace di lead generation, dovrai fare continui aggiustamenti alla strategia che hai impostato, per migliorare il layout e l’incisività della tua pagina. La fase di testing è quella che fa la differenza tra una strategia fatta bene e una davvero efficace. 
Le parti principali da valutare in questa fase, sono il modulo di compilazione e l’offerta, ma per fare un lavoro completo, rifletti e (all’occorrenza) rivedi accuratamente tutti gli step. Anche piccoli cambiamenti possono fare la differenza: testa, affina e soprattutto misura i risultati dei miglioramenti che apporti.

 

Conclusioni

Se vuoi massimizzare le conversioni da mobile, devi innanzitutto pensare una strategia efficace.
Prima cosa, semplifica: è molto più probabile che un utente compili il form e rilasci i suoi dati se le informazioni sono brevi, semplici e chiare.
Prima di settare gli step, prepara un’offerta che sia avvincente, che centri il cuore del problema del tuo interlocutore: individua uno specifico problema, oppure lancia una sfida. Scrivi una headline efficace e un contenuto ingaggiante, che coinvolga i lettori. Posiziona il form di contatto nella posizione giusta e utilizza i contrasti per renderlo visibile.

Non dimenticare la pagina di ringraziamento e testa, ridefinisci e testa ancora. I tuoi lead ti ringrazieranno!


Stai facendo lead generation in modo corretto? Parliamone insieme!

Scopri come far crescere il tuo business, per sempre. Scarica ora la guida gratuita.

Ricevi i nostri insights direttamente per email: ogni mese i nostri migliori articoli su marketing & sales, i webinar e le opportunità di finanziamento per far crescere il tuo business. Grow Together!

Non dimenticare di condividere questo post!