Perché avere un sito web è indispensabile ma non è abbastanza

By Esc Team - 2 ottobre 2019

aerial-view-of-hands-working-on-digital-devices-PFQ8A9Z

Per chi come noi si occupa di marketing digitale è normale sentirsi dire "quindi fate siti internet"? La risposta che diamo sempre ("certo, ma non solo") è anche la risposta al più grande malinteso che riguarda le azioni di marketing digitale, cioè che queste inizino e finiscano con la creazione di un sito.

Certo, un sito ti serve, ma da solo non è sufficiente a ottenere risultati di rilievo.

Il sito web è un imprescindibile strumento di marketing digitale attraverso cui la tua azienda può farsi conoscere ed entrare in relazione con i clienti attuali e con i potenziali che altrimenti non riuscirebbe a raggiungere, magari perché troppo lontani. Se correttamente progettato, può diventare lo strumento principale per promuovere e vendere i tuoi servizi e i tuoi prodotti, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Perché ciò avvenga è però necessario che il tuo sito web sia inserito in una più ampia strategia digitale, che non si esaurisce con la sua creazione, ma riguarda anche processi di pianificazione, analisi, ottimizzazione e promozione. Insomma, che il tuo sito web sia uno di vari elementi di marketing digitale che impieghi.

Alcune aziende fanno l’errore di lasciarsi coinvolgere eccessivamente dal design e dalla progettazione grafica del sito, lanciandosi a testa bassa nella sua realizzazione senza formalizzare gli obiettivi misurabili che vorrebbero li aiutasse a raggiungere. Hanno perfettamente in mente l’aspetto che vogliono il sito abbia ma non sanno quale sarà la sua funzione una volta messo online, oppure sperano che magicamente produca nuovi clienti e un aumento di fatturato senza chiedersi come.

In realtà l’aspetto di un sito web è solo la punta dell’iceberg di una corretta progettazione

Un design gradevole non è sufficiente per far sì che i potenziali clienti lo visitino e si interessino al tuo brand.

La creazione del sito non deve quindi essere vista come un punto di arrivo di un processo esclusivamente di progettazione grafica, ma come il punto di partenza che deve servire da fondamento per una serie di altre azioni e accorgimenti, che dovrebbero collaborare per rendere i tuoi sforzi di marketing digitale il più efficaci possibile.

Vediamo insieme alcune buone prassi per la creazione di un sito web che renda effettivamente.

 

Chi visiterà il sito internet?

Il punto di partenza è identificare i destinatari del tuo sito web: capire chi sono i potenziali visitatori, cosa cercano, quali necessità e aspettative hanno e che cosa puoi offrire loro tramite il sito.

In questa fase è utile utilizzare il modello delle buyer persona per creare un profilo preciso dei visitatori che per i quali stai creando il sito, analizzare nel dettaglio le fasi del loro processo d’acquisto per poter così ottimizzare i contenuti e le CTA del tuo sito già in fase di realizzazione.

Lo scopo di questo primo passo è quello di costruire un sito che attragga le persone in target e che sia adeguatamente ottimizzato per convertire i visitatori in clienti.

Una volta chiarite chi sono le persone alle quali ti stai rivolgendo puoi iniziare a creare contenuti rivolti a loro. Questo ci porta al secondo aspetto fondamentale: studiare una strategia di content marketing.

Fare content marketing con un blog

I contenuti con cui popolerai il tuo sito internet devono essere non solo interessanti per il target che hai identificato, ma anche organizzati in una strategia complessiva di content marketing, il cui cuore pulsante è costituito dal blog.

Se sfruttato al meglio, un blog può diventare uno strumento fondamentale per consolidare la tua presenza online, contribuendo al posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca. Inoltre può aiutare la tua azienda ad acquisire credibilità e autorevolezza nella nicchia di cui ti occupi e costituisce un’ottima opportunità di acquisizione e fidelizzazione dei clienti.

Un blog aggiornato e ricco di contenuti interessanti costituisce un efficace biglietto da visita da offrire alle persone che atterrano sul tuo sito. Ma per diventare autorevoli è fondamentale fornire contenuti interessanti, pertinenti e di valore.

Innanzitutto, devi avere chiaro quali sono le informazioni che i tuoi potenziali clienti stanno cercando, quali sono i loro problemi e le loro necessità, in modo da poter fornire loro soluzioni efficienti. Puoi trovare idee e spunti per i contenuti anche studiando la concorrenza. Ciò non significa copiare i competitor, ma comprendere di cosa si parla nel settore di riferimento e come gli argomenti vengono trattati, in modo da scegliere se utilizzare le stesse modalità o differenziarti.

L'insieme dei contenuti che produrrai per il tuo blog dovrà essere organizzato in un piano editoriale che seguirà gli eventi importanti del tuo piano marketing ma verrà influenzato anche dal comportamento online dei visitatori, che dovrai controllare con regolarità. Non sai come costruire un piano marketing? Clicca qui.

Un’altra accortezza fondamentale nella produzione di contenuti per il blog è quella di non risultare eccessivamente autoreferenziale: se sul tuo sito parli solo di te, del tuo business e della qualità dei tuoi prodotti o servizi le persone non saranno interessate a visitarlo. Il blog è quindi lo spazio in cui cercare di coinvolgere i visitatori del tuo sito in una conversazione on il tuo brand, fornendo loro le risposte che sperano di trovare quando effettuano le ricerche online.

Offrendo contenuti educativi e di valore per gli utenti nelle varie fasi del buyer journey creerai con loro un rapporto di fiducia e saranno più propensi a visitare nuovamente il tuo sito ed eventualmente interessarsi ai tuoi prodotti o servizi.

Ottimizzare il sito per i motori di ricerca

Architettura, grafica e contenuti di un sito web contribuiscono tutti alla sua ottimizzazione per i motori di ricerca, cioè a rendere il sito più facile da trovare e navigare. Avere un sito Internet ottimizzato per la ricerca è fondamentale per aumentare il traffico organico e il numero di potenziali clienti che vi arrivano.

Un sito non ottimizzato perde il suo scopo principale: quello di essere trovato quando una persona in target cerca una soluzione proposta all'interno del sito. La SEO (Search Engine Optimization) permette innanzitutto che il tuo sito sia riconosciuto e indicizzato da Google. Non significa necessariamente che comparirà al primo posto nella pagina dei risultati ma che sarà trovato per quello che vuoi essere trovato.

La strategia SEO deve poi essere in continua evoluzione, per adattarsi ai cambiamenti dei motori di ricerca.

I social media

Anche il sito web pensato con più lungimiranza, con una strategia di content marketing e ottimizzato, ha bisogno di un ecosistema che lo sostenga. Qui entrano in campo i social media, che non andrebbero pensati come entità a sé stanti rispetto al sito, ma nei quali si dovrebbe cercare di creare un’esperienza online il più possibile integrata.

I social rappresentano un’opportunità per instaurare una relazione con i tuoi potenziali clienti e per pubblicizzarti ma anche per farti fare pubblicità dagli utenti che condividono i tuoi contenuti.

I contenuti condivisi sui social, se interessanti e mirati, possono catturare l’attenzione dei potenziali clienti; eventuali ricondivisioni degli articoli del tuo blog accresceranno la credibilità e il posizionamento del tuo sito web, offrendoti al tempo stesso un’opportunità per aumentare connessioni, la fiducia e la fidelizzazione.

Inoltre, e non meno importante, sui social media hai la possibilità di avere un contatto diretto con le persone interessate alla tua azienda.

Decidi quindi quali social sono più adatti al tuo business e a raggiungere il tuo target, e inizia ad essere attivo su quei canali. Le tue azioni dovrebbero mantenere lo stesso tono del tuo sito e del tuo brand e avere come obiettivo quello di intercettare potenziali clienti e guidarli verso i contenuti del tuo blog.

Conclusioni

Una buona strategia di marketing digitale non si sviluppa su uno solo degli appena visti ma sul loro complesso. Se ti focalizzi solo su uno di essi rischierai di perdere importanti opportunità, mentre integrandoli avrai maggiori possibilità di far trovare il tuo sito e fornirai una customer experience più completa e soddisfacente.

La realizzazione di un sito fine a sé stessa, quindi, non è mai sufficiente.

Affinché un sito risulti realmente utile ai tuoi obiettivi di business è necessario sfruttarne a pieno le potenzialità e integrarlo in una strategia più ampia.  

Non dimenticare di condividere questo post!

Voglio ricevere gli articoli del blog tramite email