Skip to main content

Realtà Virtuale e realtà aumentata: sarà la svolta per l’ecommerce retail?

Autore
Digital Marketing Manager
Data di pubblicazione
16 Febbraio 2024

realta-aumentata-punto-vendita.jpg

Dopo le innumerevoli false partenze collezionate dalla realtà virtuale in passato e negli ultimi mesi, soprattutto per quello che riguarda il mondo del gaming, è meglio essere cauti nel parlare dell’esplosione di AR e VR (Augmented Reality / Virtual Reality). Grazie ai tanti nuovi accessori entrati sul mercato, il 2016 doveva essere l’anno del boom della realtà virtuale: lo è stato? Più o meno.

Superare le delusioni del passato

Nonostante le alte aspettative su prodotti come l’HTC Vive e la Playstation VR della Sony, i ritardi nel rilascio uniti alla scarsa scelta dei prodotti hanno sollevato più di un dubbio sul futuro di questa tecnologia. Le imprese però continuano comunque a puntare su queste tecnologie: secondo una ricerca del 2016 a cura di Tech Pro, il 67% dei business sta valutando di usare l’AR in futuro mentre il 47% considerano di usare la VR.

Il futuro di VR e Ar previsto dagli analisti

Un report indetto dalla IDC sostiene che nei prossimi anni assisteremo ad una crescita esponenziale dei ricavi del settore AR/VR: entro il 2020 gli incassi provenienti dal settore supererà i 162 miliardi di dollari, mentre i ricavi sui software AR/VR aumenteranno del 200% ogni anno.
Questo cosa significa? Prima di tutto minori prezzi e maggiore competitività. In particolare, Tractica ha previsto un deprezzamento sui visori del 15% all’anno, andando ad aumentare le vendite ulteriormente.

google-cardboard.jpg

Insomma, possiamo ipotizzare che il 2017 rappresenterà un punto di svolta per il mercato tecnologico necessario a raggiungere il 2018, anno nel quale Digi-Capital ha previsto la vera esplosione di AR/VR. Nonostante gran parte della discussione su VR e AR riguardi prodotti high-end come l’Oculus Rift, sono le piattaforme elementari come Google Cardboard ad aver reso accessibile la tecnologia a tutte le imprese. Grazie ad un prodotto semplice ed economico come Cardboard, anche l’impresa più piccola potrà comunque avventurarsi nel mondo VR e migliorare la sua offerta in termini di user experience e servizi.

I giganti del retail stanno già utilizzando AR e VR per vendere

Early adopters e uno sguardo al trend futuro. Già diverse compagnie multinazionali hanno già adottato queste tecnologie innovative, trasformando l’esperienza d’acquisto dei consumatori Ikea ad esempio ha già lanciato un programma capace di proiettarti all’interno della tua cucina ideale, scegliendo colore e tipo di mobilia.

Ikea-Augmented-Reality-Augment-App.jpeg

Lowe’s e The North Face stanno lavorando ad un software in grado di rendere l’esperienza di acquisto in negozio interattiva e divertente. La “tech-dipendenza” del consumatore è qualcosa di cui si sta parlando molto negli ultimi tempi. I clienti sono alla ricerca di gratificazioni sempre più immediate la capacità di un’impresa di tenersi sempre al passo con le ultime tecnologie spesso influisce direttamente su come viene percepita da parte dei consumatori.

AR e VR possono costituire un ponte di comunicazione tra clienti e retailer in grado di rafforzare i legami tra le due parti, offrendo un’esperienza d’acquisto più coinvolgente ed arrivando addirittura ad influenzare le loro scelte. Oltre al mondo del retail e delle esperienze in-store, dove è previsto l’impiego più massiccio di queste tecnologie, anche fiere ed eventi sono grandi favoriti per lo sviluppo e l’utilizzo di AR e VR per amplificare la comunicazione coi consumatori.

 

Se vuoi approfondire:

Future Of Retail: Artificial Intelligence And Virtual Reality Have Big Roles To Play

5 of the Best Instances of Augmented Reality in Fashion & Retail

Augmented Reality Retail, Video Examples

In conclusione, tra i futuri rilasci di nuovi hardware accessibili per tutti, una gamma di prodotti più varia, il perfezionamento delle tecnologie e l’abbassamento dei prezzi, il 2017 potrebbe veramente rappresentare un anno di svolta per realtà aumentata e virtuale. Quello che però deve interessare imprenditori piccoli e grandi è che anche se non succederà quest’anno, ormai non si tratta più di un “se” AR e VR esploderanno, ma di “quando”. Per questo conviene tenersi pronti alle rivoluzioni a venire nel mondo della comunicazione, avere gli orizzonti sempre aperti, restare sempre aggiornati sull’argomento e perché no, magari cominciare a buttare giù qualche idea per utilizzare Google Cardboard.

Quando l’onda arriverà, e credetemi arriverà, non pretendo che tutti abbiate già una tavola da surf ma che almeno sappiate nuotare.

 

Se stai cercando un’agenzia di marketing digitale che possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi, contattaci oggi stesso.

 

 

 

Vuoi aumentare le tue performance di business?

Ciao! In questi anni, abbiamo aiutato molte aziende e imprenditori a superare le aspettative di crescita del loro business. La nostra unica domanda è: sarai tu il prossimo?